Scrivere

Dopo mesi e mesi di preparazione, diversi tentativi andati a vuoto, tempo fa ho iniziato a scrivere un nuovo libro.
Prima considerazione: ci vorranno anni per finirlo, a meno che io non trovi un pazzo benefattore che decida di pagarmi lo stipendio.
Seconda considerazione: se mi confronto col Simone di cinque, sei anni fa, la mia padronanza della lingua italiana è semplicemente patetica.
Questa è forse la cosa più triste che mi sia successa da quando sono andato all’estero.
Rendersi conto di non essere più capaci di scrivere come vorresti.

Beh, via. Devo solo iniziare a leggere di nuovo, e le cose torneranno a posto.
Saluti!